Miglior portatile per programmare

Una delle domande che mi fate più spesso è proprio questa: Ma qual è il miglior portatile per programmare?

Ebbene la capisco perché non è una scelta facile! Il mercato ci offre un mare di possibilità differenti fra loro, inoltre spesso si tratta di una spesa corposa quindi vogliamo scegliere un prodotto che possa durarci un bel po’ di anni.

In questo articolo provo ad esporvi il mio punto di vista e darvi una risposta alla fatidica domanda:

Qual è il miglior notebook per sviluppatori???

Budget

La primissima cosa da valutare nella scelta è il budget disponibile. Qua possiamo iniziare a fare due macro distinzioni: sopra i 1.000 euro oppure sotto.

Se stai pensando di spendere meno di mille euro allora la scelta obbligata è andare su un pc Windows.

Il mio consiglio è di scegliere almeno un pc con processore core i5 e 8 Gb di RAM (non ho esperienza diretta sugli AMD Ryzen ma ne parlano molto bene).

Puoi trovare qualcosa di decente che può fare bene il suo lavoro senza grosse pretese. Per fare Sviluppo Web base, semplici siti in WordPress o Core PHP, facendoli girare su XAMPP o LocalWP, queste specifiche dovrebbero andare abbastanza bene.

Se però puoi avvicinarti alla soglia dei 1.000 euro allora sappi che puoi anche accaparrarti il nuovo Macbook Air con M1 a circa 900 euro, se trovi l’offerta giusta!

E qua si apre l’altro grande discorso:

Windows oppure Mac???

L’eterna faida senza fine dei due sistemi operativi! Quale sarà migliore??? La risposta è che DIPENDE

Certo questo complica le cose, ma la vita non è mai solo bianca o nera, le cose sono sempre più complicate di così…

Windows

Con Windows si hanno, a parer mio, un sacco di vantaggi e pochi svantaggi (Spoiler alert!!! Io uso Mac).

Personalmente ho lavorato per moltissimi anni su Windows, e mi sono sempre trovato bene. I dispositivi hanno prezzi accettabili, si possono installare migliaia e migliaia di programmi e ci si può anche giocare!

Se dovessi scegliere di avere una sola macchina, allora credo prorpio che andrei su un laptop da gaming di alta gamma. È vero che la batteria non è granché su quei dispositivi, però hanno tutto ciò che conta realmente: processore, ram, SSD e scheda video belli grossi e performanti. Farei un dual boot con Ubuntu e voilà, avrei tutto. Lavoro, giochi, cazzeggio…. Potrei fare praticamente tutto ciò che mi serve.

L’unica cosa infattibile è realizzare app per iOS, ma personalmente non me ne occupo.

Insomma, Windows è il giusto compromesso fra tutto. Per programmare fa un po’ schifo ma posso installarci su una distro linux e così si risolve tutto!

Ah, se programmi con linguaggi e framwork semplici, allora non preoccuparti, puoi fare tutto su Windows. Se però inizi ad affacciarti a framework più complessi (Symfony per esempio) o vuoi imparare un po’ di web server, allora ti consiglio di buttarti sul mondo linux e entrare anche tu nel mondo del pinguino, ma attento, una volta entrati diventa quasi una droga dalla quale è difficile uscire 😅😅😅.

Mac

Come già detto precedentemente, io ho scelto di usare Mac. Ma perché visto che Windows tutto sommato non è così male?

Bè, perché credo che Mac sia meglio! Soprattutto dal punto di vista della produttività.

Se mi occupassi solamente di programmazione e scrivessi codice fulltime, allora andrei sicuramente su Linux (Pop!_OS mi sta piacendo molto di recente), ma sto tirando su la mia attività e devo fare un po’ di tutto, dalla gestione dei clienti, alla contabilità, a qualche lavoretto di design. Inoltre ho una grande passione per la musica e la scrittura, e molti software che utilizzo non ci sono per Linux e alcuni nemmeno per Windows (Logic Pro)…

Inoltre se i pc windows puntano tutto sulla potenza dei componenti, Mac ha un approccio diverso, mira all’esperienza generale nell’uso del laptop. Il mio Macbook Pro è bello! Basta prenderlo in mano per essere felici di iniziare a lavorare, il che non è poco.

Ma non finisce qui!

È silenzioso, il trackpad è una figata (non ha proprio paragoni con i concorrenti), lo schermo è meraviglioso, la tastiera va alla grande ed è veramente fluido e scattante. Ah, quasi dimenticavo, non si riavvia quando vuole lui per installarmi aggiornamenti di cui non sapevo niente, anche su questo Mac è tutta un’altra cosa.

Alcuni potrebbero ribattere che esistono Notebook Windows con schermi altrettanto belli, batterie capienti, tastiere fantastiche e grandi velocità, il che è vero! Ma il trackpad secondo me è assolutamente imbattibile e mi rende veramente molto produttivo, inoltre questi concorrenti Windows arrivano ad avere gli stessi prezzi del Mac, quindi alla fine io prenderei sempre un Mac. Una Toyota top di gamma può arrivare a costare come una Porche, ma fra le due sceglierei sempre la Porche! Siamo umani e il cuore vuole la sua parte!

Conclusione

Quindi??? Facciamola breve:

  • Budget 600-900 euro: Laptop Windows
  • Budget 900-1.200: Macbook M1
  • Budget Superiore ai 1.500: Macbook Pro o Laptop Windows Top di gamma

Voilà, più sintetico di così si muore!

Un’altra piccola cosa, su Windows è difficile scegliere a causa dell’enorme quantità di marchi. Come qualità costruttiva mi sentirei di consigliare Lenovo o Dell, sicuramente i migliori. Sento parlare bene anche di alcuni modelli HP ultimamente ma non ci ho mai messo le mani… Se invece cercate qualcosa del tipo “poca spesa tanta resa” allora potete andare su ASUS, ma non dovrete fare troppo caso alla qualità costruttiva.

Bene, spero che questo articolo possa esserti di aiuto! Se vuoi qualche consiglio in più scrivimi pure nei commenti, cercherò di risponderti il più presto possibile.

close

Newsletter

Riceverai solamente aggiornamenti su nuovi articoli e tutorial, niente spam né spazzatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.