WordPress Le Basi

3. Come funziona XAMPP

Scritto da Alby DEV il 07 Marzo 2020

Hai letto l’articolo sulla configurazione del PC per lo sviluppo web, hai installato tutti i programmi e sei pronto ad iniziare a sviluppare, ora capiamo come funziona XAMPP!

Ma come funziona XAMPP?

Sebbene non sia un software particolarmente complicato, il primo approccio potrebbe spaventare un pochino.

Oggi vedremo come avviare e far funzionare correttamente XAMPP!

Per prima cosa avvia XAMPP cliccando sulla sua icona.

Ti troverai una schermata come questa:

Sulla sinistra puoi vedere che XAMPP fornisce una serie di servizi.

A noi interessano principalmente i primi 2:

  • Apache (il server web che permette a WordPress di funzionare)
  • MySQL (database dentro il quale salveremo i dati del sito WordPress)

Senza perderci in chiacchiere inizia con l’avviare questi due servizi, cliccando sul pulsante “Start” in corrispondenza di entrambi.

Se tutto è andato per il verso giusto le scritte “Apache” e “MySQL” dovrebbero avere sfondo verde, così:

A questo punto il nostro server locale è avviato e funzionante!

E ora che faccio?

Ora devi sapere ancora un paio di cose:

  • Dove inserire materialmente i siti web da “far girare” sul server Apache
  • Come gestire il database

Stai tranquillo, anche questa volta è più facile a farsi che a dirsi.

Dove inserire i siti web?

XAMPP fornisce una cartella dentro la quale inserire tutti i nostri siti web.

Sarà sufficiente inserire i nostri siti all’interno di questa cartella per poterli visualizzare nel browser.

La cartella è la seguente:

Windows: C:\xampp\htdocs

MAC:

Tutti le cartelle presenti in questo percorso saranno sito web e saranno raggiungibili tramite il browser.

Come raggiungere il sito web dal browser?

Abbiamo visto dove inserire i nostri siti web, ova vediamo anche come farli partire dal browser.

Per poter vedere i siti in locale occorre dire al browser di andare a cercare i nostri siti appunto in locale, non nel www.

Per fare ciò nella barra di ricerca scriviamo “localhost“.

Se premete invio dovreste vedere la pagina di default di XAMPP, ma a noi interessa poco, noi vogliamo vedere i nostri siti.

È molto semplice, basterà digitare dopo “localhost” uno slash più la cartella presente in htdocs contentente il nostro sito.

Esempio:

  • Andate nella cartella htdocs
  • Create una cartella chiamata “test”
  • Entrate nella cartella
  • Fate click con il tasto destro del mouse e premete “Open with Code” (per farlo avrete bisogno di Visual Studio Code, se non l’hai installato clicca qui)
  • Premete “File – New File”
  • Salvatelo come “index.html”
  • All’interno del file scrivete “Ciao Mondo”
  • Aprite il browser e digitate “localhost/test”

Dovreste vedere una pagina completamente bianca con la scritta “Ciao Mondo” in alto a sinistra!

Congratulazioni! Hai appena creato un sito internet in locale con XAMPP!

E il database?

Prima ho parlato di database, fondamentare per ogni sito WordPress.

Per poter accedere al database XAMPP installa in automatico un sito che permette di gestire i dati in maniera semplice e veloce: phpmyadmin.

Per accedere a phpmyadmin è sufficiente recarsi a questo indirizzo sul browser:

localhost/phpmyadmin

Ed ecco qua, sei appena entrato nella gestione dei database del tuo server locale!

Tips:

Un paio di consigli per velocizzare il tuo lavoro:

  • Crea un link sul desktop o sulla barra delle applicazioni a XAMPP
  • Crea un link alla cartella “htdocs” sul desktop o sulla barra delle applicazioni
  • Inserisci phpyadmin nei preferiti

Molto bene, ora che hai capito come funziona XAMPP sei pronto a fare sul serio!